La pace europea in attesa della Grande Guerra /1

La pace europea in attesa della Grande Guerra /1

Il Novecento fu il secolo delle due guerre mondiali, dell’incedere della violenza e dell’uso delle armi moderne. Un’epoca nella quale la guerra sembrava ancora l’elemento di maggiore importanza per gli Stati europei, nonostante nel XIX secolo i conflitti europei furono ridottissimi. Attraverso lo studio dello storico statunitense James Sheehan, intitolato “L’età post-eroica. Guerra e pace…

View On WordPress

In guerra con…il fante italiano della grande guerra

In guerra con…il fante italiano della grande guerra

Nel 1914 l’Italia rimase neutrale perché non era pronta alla guerra. Inoltre, avendo cambiato alleati (da Germania e Austria-Ungheria a Francia e Gran Bretagna) era mutato anche il fronte strategico. I comandi europei non avevano previsto quanto il primo conflitto mondiale sarebbe stato diverso e peggiore dei precedenti. Gli equipaggiamenti e l’addestramento iniziali erano inadeguati a una guerra…

View On WordPress

Prima Guerra Mondiale e letteratura: la scrittura come testimonianza

Prima Guerra Mondiale e letteratura: la scrittura come testimonianza

Cento anni dalla Prima Guerra Mondiale, una delle più grandi tragedie della storia umana. Il tema della guerra, da sempre, è quello che ha dato alla luce più opere. Gran parte della nostra letteratura novecentesca è nata in trincea, luogo-simbolo delle battaglie del 1914-1918; lì dove nei momenti di pausa dai combattimenti Giuseppe Ungaretti scriveva “Si sta come d’autunno sugli alberi le foglie”…

View On WordPress

1 note

Il Centenario della Grande Guerra - lo speciale di Ferro Battuto

Il Centenario della Grande Guerra – lo speciale di Ferro Battuto

Un centinaio di anni fa, nell’estate del 1914, le potenze europee si dichiararono guerra in seguito all’evento scatenante dell’assassinio dell’arciduca Francesco Ferdinando d’Asburgo in visita a Sarajevo. All’inizio di agosto cinque stati europei erano entrati nel conflitto: Austria-Ungheria, Russia, Germania, Regno Unito e Francia. L’Italia inizialmente restò neutrale, come fecero altri stati.…

View On WordPress

L’esperimento Jihad della Germania - Gli altri prigionieri /3

L’esperimento Jihad della Germania – Gli altri prigionieri /3

L’ultima parte del racconto di Florence Waters per il Sunday Telegraph riguarda anche prigionieri di altre nazionalità presenti al Campo della Mezza Luna, testimonianza delle spinte imperialistiche tedesche nella prima parte del Novecento. Qui la prima e la seconda parte.

Un racconto comico scritto nel 1917 dallo scrittore inglese Talbot MundiHira Singh, suggerisce che anche nel mondo si…

View On WordPress

L’esperimento Jihad della Germania - Gli altri prigionieri /3

L’esperimento Jihad della Germania – Gli altri prigionieri /3

L’ultima parte del racconto di Florence Waters per il Sunday Telegraph riguarda anche prigionieri di altre nazionalità presenti al Campo della Mezza Luna, testimonianza delle spinte imperialistiche tedesche nella prima parte del Novecento. Qui la prima e la seconda parte.

Un racconto comico scritto nel 1917 dallo scrittore inglese Talbot Mundi, Hira Singh,suggerisce che anche nel mondo si…

View On WordPress

L’esperimento Jihad della Germania - I prigionieri musulmani /2

L’esperimento Jihad della Germania – I prigionieri musulmani /2

La cura straordinaria destinata alla creazione dell’ambiente esclusivo della Mezza Luna fu largamente dovuta agli sforzi di un individuo molto ambizioso al servizio dell’ufficio di Oppenheim. Shaykh Sâlih al-Sharîf, un nazionalista tunisino, era arrivato a Berlino dai servizi segreti ottomani. Distintosi presto con un documento scritto per Oppenheim intitolato Jihad is an Obligation, che fu usato…

View On WordPress

Vagliasindi tra scienza e politica: l’Uomo, il Politico

Vagliasindi tra scienza e politica: l’Uomo, il Politico

I contributi dati da Paolo Vagliasindi e dalla propria famiglia non sono solo scritti ma a volte si materializzano in istituti scientifici o di divulgazione scientifica.

Nel cinquantennio successivo all’unità si svolse una vivace attività di tipo sistematico sul patrimonio siciliano sia di produzione libraria, collezionistica e museale.

Proprio ad un altro Paolo Vagliasindi, ma questa volta Poliz…

View On WordPress

Ridere non è solo contagioso, ma è anche la migliore medicina

Ridere non è solo contagioso, ma è anche la migliore medicina

Robin Williams non c’è più. È difficile scrivere della scomparsa di qualcuno che non conoscevamo personalmente ma che ci ha sempre fatto sorridere e divertire. Un attore straordinario, mai un film banale, mai una parte mediocre. Da “Good Morning Vietnam” a “Mrs. Doubtfire“, da “Jumanji” al “L’attimo fuggente“, da “Patch Adams” a “Hook“, Robin Williams ha scritto delle pagine meravigliose della…

View On WordPress

1 note

L’esperimento Jihad della Germania - Il campo della Mezza Luna /1

L’esperimento Jihad della Germania – Il campo della Mezza Luna /1

La congiura del Kaiser Guglielmo II di reclutare i prigionieri di guerra musulmani durante il conflitto bellico riguardava un lussuoso campo, affari con i sultani e la promessa della gloria. Perché fallì? Questo è il racconto di Florence Waters per il Sunday Telegraph di cui riportiamo la traduzione in tre puntate. Di seguito la prima parte.

Se la storia è scandita dall’interesse dello storico…

View On WordPress